Storia

Era il 1928. Nei pressi dello stabilimento balneare Boncardo nasceva il Tennis Club Finale: due campi e un piccolo chalet di legno che serviva da spogliatoio. Un decennio più tardi, la sede si trasferì in Via Molini; gli anni della Guerra interruppero però ogni attività. A cavallo degli anni ’50, l’ing. Mazzarelli fece costruire l’attuale club house insieme al campo 3 e si festeggiò il nuovo complesso, organizzando l’incontro internazionale Italia- Francia juniores. Spiccavano un giovanissimo Nicola Pietrangeli che non sfigurò contro i blasonati transalpini Jean Noel Grinda e quel Pier Darmona che sarebbe poi diventato il numero 1 di Francia. Fu l’inizio di una serie di spettacolari sfide internazionali tra Germania e Italia, rappresentata dal maschile Gardini, Merlo, Cuccelli e Pietrangeli, mentre nel femminile furono schierate Lazzarino, Migliori, Ramorino e Pericoli. Negli anni ’70 si ricorda la “Coppa Regina Sofia” . Nel giugno 1999 fu organizzato il “Campionati mondiali di tennis a squadre per non udenti”: arrivarono in quel di Finale ben 11 rappresentative maschili e 6 femminili. Da evidenziare tra tanti atleti, il raggiungimento negli stessi anni della prima categoria assoluta da parte del giovane Massimo Attolini, mentre nel 1982 il nostro Davide Gramaticopolo rappresentò la Nazionale under 14 nella “Coppa del Sol”. In questi ultimi anni Domenico Vicini ha superato il primato di Nicola Pietrangeli come giocatore al mondo con il maggior numero di presenze in Coppa Davis. La nostra Alice Canepa passò al professionismo, inserendosi nel circuito internazionale WTA. Un capitolo a parte merita il tradizionale Torneo d’Agosto: il primo fu organizzato nel 1930 e nel corso degli anni il livello aumentò passando dalla 3° alla 2° Categoria e per un certo periodo anche alla 1° Categoria. Giocatori famosi quali i fratelli Pirro, Gian Enrico Maggi, Giorgio Facchini e i fratelli Parri sono annoverati nel suddetto Torneo. La levatura tecnica di questo appuntamento ha conosciuto il suo apice nel 1979 con la partecipazione di Panatta, di Bertolucci, di Ocleppo, di Pirola e del vincitore Zugarelli; questa manifestazione continua tutt’ora e si è trasformata in Torneo Open.